Pensieri da Fase 2

Sono due mesi che aspetto questo giorno, non sto più nella pelle. Mi sveglio presto, non riesco a dormire, sento la frenesia della giornata, dell’attesa di aprire quel regalo che sogno ogni notte, la pista, la macchina radiocomandata, il meccano, questi erano i giochi dei bambini..della mia generazione.

Quest’anno il natale per me non cade il 25 dicembre ma bensì il 09 maggio, si esatto il 09 maggio, che giorno strano per un natale… Natale è la nascita o rinascita e allora oggi è il giorno giusto… 

Due mesi di lockdown, chiusi in casa, un tempo eterno, per noi che viviamo all’aria aperta, per noi a cui piace la fatica, a cui piace sudare, a cui piace raggiungere una vetta.

Siamo giunti alla fase due e possiamo svolgere attività all’aperto ormai da ben una settimana, siamo tornati anche al lavoro in tanti, le strade si stanno ripopolando, e timidamente riprendiamo confidenza con tutto. 

Ma oggi è natale, si perché torniamo a fare quello che ci rende felici, a vivere la montagna, a fare fatica e guadagnarci la vetta per quanto bassa e semplice.

È natale perché rivedo gli amici e soci di montagna e di cordata e di tante avventure passate insieme, questo è il mio regalo più bello, rivedere loro, seppur senza abbracci e con le dovute precauzioni, ma rivederli è una gioia e poter condividere con loro una nuova giornata è impagabile. 

Ci regaliamo una gita facile facile, alla Pietra Groana presso Serravalle Sesia (VC), una piccola camminata con salita su roccette semplici semplici, saliti cercando il pulito, la vegetazione in questo periodo ha preso il sopravvento e troviamo tanto muschio, terra e sporco, per oggi niente scarpette nulla di particolare, ci godiamo la nostra salita e il piacere di condividerla.

Oggi abbiamo ritrovato la gioia di fare quello che ci piace di più, andare in montagna assieme alle persone a noi care.

Buon Natale

Fabio